Italy

Il Governo adotta la Strategia nazionale per la biodiversità al 2030

Un passo fondamentale per Lightsource bp considerato il suo impegno per la tutela della biodiversità

Il Ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, il 7 agosto scorso ha firmato il decreto che adotta la Strategia nazionale Biodiversità al 2030.

“L’adozione della Strategia nazionale Biodiversità al 2030 è un passo molto importante per il dispiegamento delle azioni di tutela e sviluppo della biodiversità del nostro Paese. L’Italia è un prezioso scrigno di ricchezza naturale, un patrimonio che ci è stato donato e che è nostro dovere proteggere e rilanciare. Le esigenze di tutela ecologica devono però essere armoniche con le esigenze e la vita delle comunità, nell’ottica di una sostenibilità che sia certamente ambientale ma inevitabilmente anche sociale ed economica” – è stato il commento del Ministro.

In particolare, la Strategia definisce gli indirizzi nazionali per la tutela e la valorizzazione della biodiversità e degli ecosistemi, attuando gli impegni assunti tra l’altro dall’Italia con l’Unione europea.

“Con un numero di specie animali e vegetali e una gamma di habitat tra i più alti d’Europa, l’Italia può essere considerata a pieno titolo un hub della biodiversità. Con questo provvedimento intendiamo assicurare il più alto livello di tutela, visto che si tratta di un importante asset e valore di crescita del nostro Paese” – prosegue il Ministro.

In Lightsource bp la tutela dell’ambiente e della biodiversità sono fondamentali per la nostra attività e parte integrante del nostro modus operandi in tutti i Paesi in cui sono presenti i nostri impianti solari.

In Inghilterra, in anticipo rispetto a quanto previsto dalla normativa inglese, Lightsource bp ha commissionato a WSP, una società di ingegneria di consulenza multidisciplinare, un audit per comprendere l’impatto sulla biodiversità di alcuni dei suoi impianti solari in esercizio.

Per ogni sito sono stati valutati l’Habitat interno dell’area, l’Habitat della vegetazione, l’Habitat dei corsi d’acqua e il grado raggiunto dei parchi solari in termini di guadagno netto di biodiversità (Biodiversity Net Gain – BNG).
Dei dieci siti controllati dal team dedicato della società di consulenza WSP, tutte aree in cui si trovano parchi solari montati a terra, nove hanno mostrato un importante miglioramento in particolare nell’area intorno ai pannelli. Complessivamente cinque siti hanno ottenuto un guadagno netto di biodiversità secondo il sistema DEFRA. Un sito ha registrato un aumento del 280%, mentre un altro ha ottenuto oltre il 115%.

Questo studio rappresenta solo il primo passo della strategia di Lightsource bp in materia di guadagno netto di biodiversità, in questo senso infatti l’azienda sta lavorando all’implementazione di iniziative sistematiche di tutela ambientale specifiche affinché si possa creare un impatto positivo sulla biodiversità in tutti i progetti in corso di sviluppo in Italia.

L’ adozione di una strategia ad hoc per la biodiversità rappresenta un passo importante per il Paese e di certo un segnale positivo per il settore delle rinnovabili.

“In Lightsource bp accogliamo con entusiasmo il provvedimento del Ministro, di cui condiviamo obiettivi e linee guida. Infatti, la tutela degli habitat e della biodiversità è parte integrante delle nostre attivitá e nei nostri progetti puntiamo sempre all’armonia e all’integrazione tra produzione di energia da fonte rinnovabile e ambiente. In questo senso, tutti i nostri impianti prevedono misure volte al miglioramento della biodiveristà locale, tra cui: la piantumazione di specie erbacee autoctone, la messa a dimora di un erbaio permanente e la creazione di apiari che favoriscono la proliferazione degli impollinatori nell’area circostante.”- commenta Pierluigi Grilli, Head of Permitting di Lightsource bp in Italia.

Per saperne di più, visita la nostra pagina dedicata alla biodiversità.

Notizie

09 Feb, 2024

Acceleriamo la decarbonizzazione: lanciato il primo progetto di batterie nel Regno Unito

Lightsource bp ha alimentato il suo primo progetto di batterie, che rientra nel portafoglio multi-gigawatt di progetti di accumulo che l'azienda sta sviluppando su scala globa

Leggi la storia

31 Jan, 2024

EOS Investment Management Group e Lightsource bp firmano un accordo vincolante per l’acquisto di progetti agri-fotovoltaici per una capacità complessiva di 294 MW

EOS Investment Management Group e Lightsource bp firmano un accordo vincolante per l’acquisto di progetti agri-fotovoltaici per una capacità complessiva di 294 MW

Leggi la storia

20 Dec, 2023

Agrivoltaico: cos’è e perché è la chiave per accelerare lo sviluppo del fotovoltaico

L'agrivoltaico offre molteplici opportunità di utilizzo del suolo su cui sorgono i parchi solari, dalla coltivazione di una grande varietà di colture al pascolo del bestiame.

Leggi la storia